La Ringhiera – Taranto, #tuttamialacittà “occupa” la Prefettura

da La Ringhiera del 21 settembre 2016 di Michele Tursi

http://www.laringhiera.net/taranto-tuttamialacitta-occupa-la-prefettura/

La morte di Giacomo Campo, il suo sacrificio sul posto di lavoro, l’ennesimo tributo di sangue versato in nome dell’acciaio di Stato, hanno riportato Taranto in piazza. Nuovo sit in  di #tuttamialacittà sotto Palazzo del Governo. Una scelta fortemente simbolica per rappresentare la voglia, anzi l’esigenza, di riconquistare gli spazi e le sedi istituzionali. Quei “palazzi” che dovrebbero operare in nome del popolo e che, troppo spesso, ne calpestano diritti e necessità.

Tanti contributi, tante testimonianze di cittadini, di operai Ilva, di professionisti, uniti dalla convinzione che ormai Taranto e la sua comunità possano fare a meno dell’Ilva. Una presenza che produce inquinamento, debiti, precarietà del lavoro, malattie e morte come hanno scritto i periti di Ambiente svenduto. L’assemblea spontanea ha osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Giacomo Campo e di tutti gli altri operai morti sul lavoro. Ad un certo punto, si è spostata nell’androne di Palazzo del Governo. I cittadini, sotto lo sguardo vigile delle forze di polizia, si sono seduti per terra ed hanno rivendicato il loro diritto/dovere di incidere nelle scelte che riguardano la collettività.

Un’occupazione pacifica, ma sentita, durante la quale si è levato forte il grido di “Taranto Libera, Taranto Libera”. Alcuni portavoce di #tuttamialacittà hanno chiesto di parlare con il Prefetto. Dopo una breve trattativa con le forze dell’ordine, una delegazione è stata ricevuta dal vice prefetto al quale sono state esposte le esigenze di un gruppo sempre più ampio di opinione pubblica che chiede di superare l’attuale modello di sviluppo incentrato sulla presenza di grandi imprese che hanno devastato il territorio e che mettono in pericolo la salute di operai e cittadini. Si ringrazia Luciano Manna per la foto.  (GUARDA IL VIDEO)