Report 7^ Assemblea “SPAZI NEGATI” e proiezione Film

Durante la prima ora dell’Assemblea è proseguito il confronto sul diritto negato agli spazi, con particolare riferimento a quelli sportivi. Non a caso l’incontro si è tenuto dinnanzi all’ingresso del centro sportivo Magna Grecia, luogo simbolo di degrado, cattiva gestione politica e malaffare. Per l’occasione si è prodotto seduta stante un video-denuncia sul pessimo stato della struttura, patrimonio della comunità (lo trovi QUI).
Il primo approfondimento proposto è stato a cura di Gaetano De Monte, giornalista che, in tempi non sospetti, aveva denunciato con un’inchiesta la scarsa chiarezza relativa alle modalità di affidamento del Magna Grecia (la trovi QUI), poi interessato da un’operazione della Direzione Antimafia di Lecce. Sono state illustrate le vicende legate alla struttura, agli intrecci fra politica e criminalità locale, i bandi e le proroghe che lo hanno interessato, fino al recente abbandono.
Il secondo approfondimento, curato da Luca Contrario, ha riguardato lo stato degli impianti sportivi a Taranto ed ha messo in evidenza le opportunità offerte dal prossimo bando sul credito sportivo che il Comune potrebbe sfruttare per riammodernare qualcuna delle strutture sportive di sua proprietà, auspicabilmente in modo partecipato.
Elena Modio è poi intervenuta sui diritti negati alle persone con disabilità in cui sono stati illustrati tutti i disagi accusati in una città davvero poco accessibile ai portatori di handicap. Dai trasporti pubblici alle strutture, alle spiagge e l’impossibilità di condurre una vita normale. E’ stato richiamato un bando regionale che avrebbe messo a disposizione delle famiglie interessate fino a 15.000 € di fondi per accompagnatori, implementazioni nella domotica e dotazioni informatiche a cui però alcune associazioni hanno ritenuto di non partecipare, precludendo questa possibilità a tante persone con disabilità. E’ stata avanzata la proposta di prevedere delle convenzioni con i taxi della città, eventualmente anche in collaborazione con gli enti locali, al fine di agevolare gli spostamenti dei disabili in modo svincolato da orari e giorni previsti dai servizi predisposti già in tal senso, in nome del diritto alla normalità. L’Assemblea si adopererà per produrre una denuncia in tal senso.
L’ultimo intervento ha riguardato l’urbanistica, intesa come nuovo modo di progettare e disegnare la città, i suoi spazi, valorizzare le sue peculiarità ed i suoi monumenti, finanche con una toponomastica che restituisca pregio alla storia di Taranto e maggiore conoscenza ai tarantini.
Il confronto sul tema degli spazi, intesi come la possibilità per gli abitanti di partecipare alla costruzione della città ed autodeterminarne le scelte proseguirà all’interno dell’apposita area tematica che verrà predisposta sul sito in costruzione. Come per le altre aree che verranno allestite, vi si potranno raccogliere informazioni utili, documenti e scambiarsi opinioni. Gli argomenti trattati potranno tornare ad essere affrontati in Assemblea ogni qual volta se ne presenterà la necessità, ovvero manifestata l’esigenza da parte dei partecipanti.
Si è convenuto di creare un gruppo facebook di coordinamento al solo scopo di agevolare l’operatività dell’Assemblea in termini logistici ed organizzativi.
In considerazione degli ulteriori decreti varati dal Governo in favore del salvataggio dell’Ilva in spregio ai tarantini e dell’emergenza riguardante la riduzione dei presidi sanitari del Moscati e del San Marco di Grottaglie, l’Assemblea ha convenuto di tornare a riunirsi martedì prossimo sul tema dell’EMERGENZA AMBIENTALE ed EMERGENZA SANITARIA. Si proverà a capirne di più sugli ultimi decreti salva-Ilva ed a comprendere meglio le ricadute della riduzione dell’offerta sanitaria sul territorio. Lo si farà al quartiere Tamburi, il più colpito dal dramma ambientale.
Infine si valuterà la possibilità di prevedere una mobilitazione in occasione della venuta a Taranto del presidente del Consiglio Renzi prevista per il 29 luglio prossimo e la possibilità di presentare un esposto per la mancata informazione ai cittadini in occasione dei “wind days”.
L’Assemblea è proseguita con la proiezione del film “Le Mani Sulla Città”, Francesco Rosi del 1963 sul tema della speculazione edilizia e dei rapporti fra politica e malaffare.
Prossimo incontro MARTEDI’ 19 LUGLIO dalle 19,30 alle 21,30 in Piazza MASACCIO al quartiere TAMBURI.
Tuttamialacittà ringrazia sentitamente i ragazzi di Archeotower per aver messo a disposizione, con la consueta grande disponibilità, il materiale necessario alla proiezione e visione del film.