No Ilva con i nostri risparmi

Questa campagna è volta a boicottare l’impegno di Cassa Depositi e Prestiti nell’acquisizione dell’Ilva di Taranto. Si tratta di una forzatura allo stesso Statuto di CDP, la quale deve garantire agli investitori dei buoni fruttiferi postali la giusta corresponsione degli interessi. Il X decreto Salva-Ilva varato dal Governo lo scorso 27 luglio prevede il prelievo di 400 mln di euro da un fondo di garanzia come prestito ponte per l’operazione di salvataggio dell’Ilva (leggi QUI l’articolo del Sole 24 Ore). che viene contestato dalla stessa Corte dei Conti (leggi QUI). Perfino l’Autorità garante per l’energia elettrica è intervenuta ravvisando il forte rischio che questo provvedimento possa provocare un aumento delle bollette elettriche di famiglie e imprese (leggi QUI la presa di posizione dell’Autorità). A questo link trovi la pagina facebook dedicata alla campagna di boicottaggio https://www.facebook.com/groups/281249488888293/?fref=ts.