No Triv

Liberiamo mare e terre dalle trivelle.

Fondato il 5 marzo 2016, il coordinamento No Triv-Terra di Taranto, aderisce al Coordinamento Nazionale No Triv a sostegno del Comitato Nazionale ‘VOTA Sì per fermare le trivelle’, costituitosi in occasione del Referendum del 17 aprile scorso.

Il Coordinamento No Triv-Terra di Taranto ha lo scopo di informare realtà associative, comitati e singoli cittadini di terra jonica (Taranto e provincia), che vogliono perseguire l’obiettivo di tutelare le risorse naturali del territorio e la salute dei cittadini, attraverso un’azione mirata a contrastare le attuali scelte del governo italiano in materia energetica. Taranto, già terra ferita e devastata dall’attività siderurgica, è anche sotto lo scacco delle società petrolifere che con il progetto ‘Tempa Rossa’, di rilevanza internazionale, intendono fare affari ai danni dei cittadini di Taranto, della Puglia e dei Lucani. Non solo, il Golfo di Taranto è costantemente nel mirino delle compagnie petrolifere che intendono trivellare le nostre coste. Opporsi alle trivellazioni significa, per tutti noi, opporsi alla distruzione dello Ionio ed allo scippo del nostro sviluppo sostenibile da parte delle lobbies internazionali del petrolio.

La nascita del Coordinamento No Triv-Terra di Taranto è stata promossa dal comitato Legamjonici che, il 19 febbraio scorso, con il convegno ‘Referendum No Triv: le ragioni del Sì’, ha aperto a Taranto la campagna referendaria, raccogliendo /numerose adesioni. Presente al convegno Enzo Di Salvatore (Coordinamento Nazionale No Triv), Rosanna Rizzi (Coordinamento No Triv – Terra di Bari) e Rosanna Suozzi (Coordinamento No Triv- Basilicata).

INFO E CONTATTI: Per info, contatti e per essere inseriti nella mailing list informativa scrivere a

notrivterraditaranto@gmail.com.

Pagina Facebook www.facebook.com/notrivtaranto/