Scavi archeologici lungo le aree prospicienti il mar Piccolo

Si legga in proposito questa intervista all’emerito prof. Greco http://www.targatota.org/2015/01/tre-domande-il-prof-emanuele-greco.html. Occorre dare il via ad una nuova campagna di indagini preventive in estensione in una zona ancora risparmiata dall’antropizzazione e notoriamente florida dal punto di vista archeologico come quella prospiciente il mar Piccolo, sulla base dei quali concordare le azioni di valorizzazione più opportune. Questo potrebbero restituire alla città aree monumentali da rendere alla fruizione ed alla bellezza culturale del territorio. A cominciare dai giardini della Villa Peripato e dell’ospedale Militare per appurare la presunta presenza del teatro greco di Taranto, come sostenuto dal Lippolis e come parrebbe dal profilo ‘a cavea’ della vegetazione presente in superficie.