Piano edilizio orientato all’efficientamento energetico

Redazione di un Piano Edilizio che incentivi l’adozione dei più moderni criteri di sostenibilità ambientale per le nuove costruzioni e il recupero delle vecchie: efficientamento energetico (rinnovabili), raccolta rifiuti, riuso delle acque (favorire in particolare, nei nuovi insediamenti abitativi, commerciali e produttivi, la predisposizione di reti duali di adduzione per la separazione degli utilizzi potabili, da quelli non potabili mediante acque di recupero), riscaldamento/condizionamento, isolamento e ventilazione, utilizzo di materiali naturali e non tossici, ridotto consumo e impermeabilizzazione dei suoli: per avere meno impatti sull’ambiente e risparmi nella gestione delle case. Sollecitare presso la Regione l’adozione di forme di incentivazione alle pratiche sostenibili attraverso premialità legate agli attestati di certificazione energetica. Riduzione tasse sulla casa e TARI per classi energetiche elevate, oltre che in relazione al conferimento dei rifiuti presso le isole ecologiche.

Gli stessi criteri di risparmio energetico dovranno riguardare in primis gli edifici pubblici.