Una città a misura di bambine e bambini

Ogni quartiere deve prevedere aree gioco per bambini, da manutenere, o sostituire, con regolarità mediante veri e propri piani di manutenzione ordinaria. Aree verdi e aree gioco sono essenziali per migliorare la qualità della vita nei quartieri, mentre risultano spesso mancanti, o fatiscenti. Una città a misura di bambino significa più piste ciclabili, più eventi inclusivi per bambini di tutte le età dei tutte le ‘abilità’, parcheggi rosa per mamme con bimbi neonati, più angoli baby friendly dove poter allattare e cambiare il pannolino ai bimbi piccoli, più giochi all’aperto educativi e inclusivi – non solo altalene e scivoli. Favorire l’uso degli spazi comuni e l’accesso alla creatività ai più piccoli significa assicurare alla città un futuro migliore.

In concomitanza con eventi culturali e ricreativi comunali, l’Ente civico dovrebbe peraltro prevedere delle aree per l’affidamento temporaneo dei piccoli ad esperti puericultrici e puericultori-animatori, per agevolare la partecipazione dei genitori agli stessi.

Manutenzione aree pubbliche, giochi, attrezzi e arredi urbani. 

Giochi e attrezzi presenti nei parchi devono prevedere dei cartelli che indichino il numero verde comunale da chiamare in caso di manutenzione da effettuare sugli stessi. Tale servizio dovrà essere previsto nel capitolato di appalto per l’affidamento in gestione della cura del verde pubblico e dell’arredo urbano alle ditte terze.